Congregazione

Congregazione San Giovanni Battista.
san giovanni battista

Nel Capitolo Generale della Congregazione dei Poveri Servi della Divina Provvidenza era stato deciso di lasciare tutte le parrocchie cittadine non più rispondenti al carisma di San Giovanni Calabria e, tra le tante, anche la Parrocchia di Santa Maria della Pace venne riconsegnata al vescovo del tempo: il servo di Dio Mons. Giuseppe Carraro, il quale si rivolse alla giovane Congregazione di San Giovanni Battista Precursore, che già da due anni era presente in diocesi, nella Parrocchia di Mezzane di Sopra e aiuto alle varie parrocchie vicine.

Il vescovo Carraro contattò il cardinale Arcadio Larraona e affidò la Parrocchia-Santuario di Santa Maria della Pace, di cui era particolarmente devoto, alla Congregazione di San Giovanni Battista Precursore.

Il 17 ottobre del 1970 Don Ezio Benedetti, Don Luciano Romiti e Don Adriano Furgoni, con una contenuta concelebrazione, iniziarono il cammino pastorale in questa comunità parrocchiale.

La Congregazione Sacerdotale di San Giovanni Battista Precursore era stata fondata per espressa volontà del papa Giovanni XXIII°, che aveva conosciuto la dottoressa Capelli e aveva avuto da lei una bozza di regolamento della possibile futura fondazione, facendo emanare il decreto di Erezione il 24 giugno 1959 e nominando, nel 1960, il neo eletto cardinal Arcadio M. Larraona come primo superiore generale della stessa.

Chi era la dottoressa Antonietta Capelli? Figlia di Adriano, paleontologo e archivista di Stato, nacque a Milano il 23 settembre 1896. Già dall’infanzia ebbe il desiderio di far conoscere il Signore Gesù alle persone, impressionata dalla cuoca di famiglia, che incontrò un giorno piangente a causa di problemi familiari, ma senza alcuna speranza di soluzione, perché senza fede. La cuoca però chiese alla bimba di pregare per lei e la sua famiglia. Un fatto insignificante, potrebbe apparire, ma segnò il futuro di Antonietta: si consegnò alla preghiera non solo per la cuoca, ma anche per altre persone che vedeva soffrire, ottenendone anche delle guarigioni inspiegabili.

Da Milano la famiglia si trasferì a Parma. Qui Antonietta continuò gli studi, continuando con maggiore intensità non solo la sua preghiera, ma anche il suo apostolato tra le compagne di scuola, riuscendo, con la grazia di Dio, a riportarne parecchie alla vita della pratica cristiana.

Ebbe anche alcune esperienze forti di incontro con il Signore, tanto da decidersi di offrire la sua vita per il bene delle persone.

Fu una delle prime donne in Italia a studiare medicina e a specializzarsi in psichiatria, con ottimi voti e grandi possibilità di carriera. Durante il periodo universitario, spinta dal santo vescovo di Parma Guido Conforti, lavorò molto per la fondazione in diocesi dell’Azione Cattolica, ma anche per portare molti colleghi ai sacramenti.

Scoprendo quanti professori e medici erano lontani dalla fede, non praticanti o massoni, ebbe l’illuminazione di organizzare dei corsi di teologia e apologetica per loro. I frutti furono abbondanti, tanto che il Papa Pio XI°, venuto a conoscenza della cosa, volle ricevere la Capelli e, in qualche modo, dirigere questa nuova attività, che stava nascendo nella Chiesa.

Lungo questi anni ebbe anche l’opportunità di conoscere vari sacerdoti e, inoltre, il vescovo Conforti, le chiese aiuto per alcuni ex sacerdoti. Vi si dedicò con tutto il cuore, riuscendo, sempre con la grazia di Dio, a riportarne un buon numero al ministero che avevano abbandonato.

In questo turbinio di impegni, oltre il lavoro in ospedale psichiatrico a Parma, sente che deve dedicarsi totalmente a questa opera evangelizzatrice e nel 1927, pur avendo la possibilità di essere nominata primario dell’ospedale psichiatrico di Parma, rinuncia a tutto e con altre quattro amiche si consacra al Signore dando inizio all’Opera di san Giovanni Battista.

Organizzerà parecchi convegni di cultura religiosa per medici, professori, imprenditori e politici: molte saranno le conversioni, le abiure, e sorgeranno anche vocazioni religiose e sacerdotali.

Ma i sacerdoti sono sempre nel suo cuore. Continua il suo silenzioso lavoro di cura e recupero, ma anche di formazione. Sarà la prima in Italia a organizzare corsi di rinnovamento teologico per sacerdoti e un seminario per le vocazioni adulte. Quasi senza accorgersene getta le basi per la costituzione di una nuova opera, dedicata sempre a San Giovanni Battista Precursore, per proclamare la grandezza della missione sacerdotale e tenere vivo quel suo amore per il sacerdote, l’unico che ha il potere di offrire alle persone Gesù Cristo vivo, come lo fece la Vergine Maria a Betlemme.

Coltivò questa idea per molti anni, finché ne parlò al Papa Pio XII° e poi al Papa Giovanni XXIII°, che, colpito da quanto le diceva la dottoressa Capelli, decise di far emanare il Decreto di Erezione della futura Congregazione.

La Capelli aveva un grande desiderio nel cuore, che è poi il desiderio della Chiesa tutta: desiderava che i sacerdoti fossero santi, perché fossero segni viventi dei sacramenti che celebrano. Per questo era convinta che ogni sacerdote dovesse vivere in pienezza i Consigli Evangelici, in una vita di donazione, come Cristo si è fatto dono d’amore per tutti.

Non voleva opere, ma annuncio fatto soprattutto di predicazione e di donazione. Non solo parole, ma parole fecondate con il dono di sé attraverso l’osservanza dei Consigli Evangelici.

Prende come base della nascente fondazione le parole di Gesù prima della sua passione: “Per loro io santifico me stesso, affinché anche loro siano santificati nella Verità” (Gv 17, 19).

Il programma, essenziale, coinvolge in maniera totalizzante e la sfida per realizzare il progetto iniziale è forte come lo fu all’inizio.

La Fondatrice, entrata nella vita eterna il 13 luglio 1974, desiderava che la Fondazione Sacerdotale, esercitando il ministero pastorale nelle parrocchie, potesse realizzare al meglio le parole di Gesù citate sopra a favore di tanti sacerdoti. 

biografia                          depliant
        scarica biografia                                   scarica depliant
        Antonietta Capelli                                della congregazione  


In Italia i sacerdoti della Congregazione di San Giovanni Battista sono presenti nelle seguenti località:

italia